Audax1000 in Sardegna: mille chilometri per motociclisti avventurosi

1000 chilometri, tre giornate per motociclisti appassionati, alla ricerca dell’avventura. L’AUDAX1000 ritorna sulle strade della Sardegna per macinare chilometri tra le tortuose strade asfaltate costellate di piccoli paesi, osterie, ristori, tornanti, curve, salite e prati verdi.

Nata nel 2012 come gara di Gran Fondo, iscritta al campionato Italiano FMI (federazione motociclistica italiana), e negli anni si fregiata di collaborazioni e partner d’eccellenza, l’AUDAX1000 è arrivata alla sua sesta edizione.

Dopo otto anni di assenza dalla Sardegna, l’evento creato da Massimo Tamburelli, responsabile del settore turismo esperenziale della commissione Mototurismo Federazione Motociclistica Italiana, viene affidato a Nicola Manca e Alessio Ferrari, fondatori di Mototaccuino, con l’obiettivo di reinterpretarne la natura mantenendone invariato lo spirito.

A partire dal 2020 e per i successivi tre anni, l’evento si terrà in Sardegna, con finalità di promozione del territorio (quello lontano dalla carta patinata ma proprio per questo vero e autentico spaccato dell’Isola) e di raccolta fondi per che verranno destinati ai progetti di beneficenza di Mototaccuino.

L’evento è stato presentato venerdì 17 gennaio al pubblico e alla stampa nel palco del Motorbike Expo di Verona, la più importante fiera del motociclo “tailor made” d’Italia, e per l’occasione è stato realizzato un video promo capace di raccontare l’esperienza.

Si tratta quindi di un progetto che sveste i panni del Gran Fondo, per abbracciare quelli introspettivi che parlano di rapporti umani, relazioni e azioni solidali verso gli altri, con una matrice di forte recupero dei valori e dall’animo 100% sardo.

Per questo motivo e per mantenerne intatti il prestigio e l’appeal, i posti disponibili sono solamente 15 e per motociclette “cafe racer” e “special”, accuratamente selezionate.

“Siamo molto contenti per la scelta di Massimo Tamburelli di affidarci l’organizzazione di questo evento così prestigioso – affermano Ferrari e Manca – e lo siamo ancor di più in virtù del fatto che la Sardegna stia diventando sempre più una meta adatta ai motociclisti, in tutte le stagioni. Per questo scegliamo sempre di svolgere gli eventi nei mesi spalla e con tappe fuori dalle rotte comuni. Cerchiamo, insomma, oltre che di dare una connotazione benefica alle nostre iniziative, di avere ricadute concrete in termini promozionali del territiorio”.

L’evento si articola su 3 giorni, per un totale di 1000 km da percorrere nell’Isola, ed è il gemello del Dust’n Sardinia, evento di successo, che ha saputo raccogliere i consensi di stampa e organi d’informazione, capace, fra le altre cose, di regalare alla spiaggia di Maladroxia una sedia galleggiante per la balneazione dei malati di SLA e che ha già registrato il soldout a un anno dal nuovo round, previsto per maggio 2020.

Così come per Dust’n Sardinia, anche per Audax1000, Manca e Ferrari (Mototaccuino) si avvarranno del supporto nell’organizzazione di Tommaso Cannas e Edoardo Proietti, creatori di Asphalt&Gravel, che vanta oltre 150 mila follower su Instagram, oltre che di quello del Motoclub Sa Palestra, che ha permesso l’inserimento fra gli eventi del calendario nazionale FMI.

Nel video, girato e diretto da Andrea Caredda con l’ausilio di Nicola Pes, e sapientemente musicato dai SIKI (Spedicati, Diana, Dessì) con le sonorità di “Argonauti”, tratta dell’ultimo disco “Nave Madre”, è la natura selvaggia ad essere protagonista, mentre la moto diviene lo strumento per arrivare alla contemplazione della stessa.

Seguici su:

audax 1000, audax1000, mototaccuino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018