Silvio Camboni:1

L’arte di imparare l’arte: I ragazzi dell’ IC4 di Quartu incontrano Silvio Camboni

Gli studenti dell’Istituto Comprensivo 4 di Quartu Sant’Elena hanno incontrato il fumettista Silvio Camboni per una mattinata all’insegna dell’arte e del racconto.

Mercoledì 9 giugno ben sei classi dell’IC4 di Quartu si sono alternate nel cortile della Scuola Primaria di Via Beethoven. Qui hanno incontrato l’autore Silvio Camboni in occasione della riedizione italiana della graphic novel “Mickey e l’oceano perduto”. L’opera Disney distribuita da Panini Comics ha creato il pretesto per parlare con i ragazzi di collaborazione in ambito ludico e professionale.

“I testi sono di Denis-Pierre Filippi e il colore è affidato a Gaspard Yvan. Fare tutto da soli non conviene a nessuno” ha detto Camboni agli studenti, che definisce “timidi, ma curiosi. I ragazzi hanno poca dimestichezza col fumetto. In Italia si hanno pochi contatti col fumetto in quanto fenomeno di massa. Ma questi eventi sono importanti perché gli studenti osservano attentamente. La lontananza dal mezzo può creare diffidenza, ma anche stupore”.

L’evento è stato organizzato dall’associazione Arcoiris ODV ETS nel contesto del progetto “Si può fare!” con il supporto della direttrice dell’IC4, Sara Sanna. L’associazione multiculturale ha coordinato le attività svolte durante la mattinata. 

Oltre all’incontro con l’autore Silvio Camboni, gli studenti, tutti tra la quarta elementare e la seconda media, hanno potuto colorare i personaggi Disney più amati come veri artisti, grazie al materiale e al supporto fornito dall’associazione ArtCobaleno degli Angeli. Bambini e Ragazzi hanno dipinto all’aperto su cavalletto, liberando la fantasia e l’espressività. 

A disposizione anche il gruppo di ragazzi del Motzo del mini-progetto La fantasia di un altro mondo”, finanziato da Arcoiris tramite “Si può fare”. Gli studenti delle superiori hanno organizzato internamente all’evento un’attività di “book crossing”, uno scambio tracciato di libri per promuovere la lettura e il racconto. Hanno inoltre fornito supporto attivo alle sei classi partecipanti. Presente e a disposizione degli studenti anche il ritrattista-caricaturista Luigi Zara.

Dalle strade alla storia: i bambini ricordano i personaggi della Repubblica italiana

Una mattinata tra le della città di Quartu per ricordare i personaggi illustri che hanno contribuito alla storia italiana in occasione della Festa della Repubblica. 

Martedì 1 giugno, i bambini della classe 4A della Scuola primaria di Via Palestrina, insieme al direttivo quartese all’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) hanno reso omaggio con un fiore e con dei pensieri commemorativi ad alcuni personaggi che hanno reso grande la Nazione 

La passeggiata didattica – intitolata “Dalle strade alla storia” – ha percorso le vie Gramsci, Turati, De Gasperi, Brigata Sassari. Poi, la sosta al Parco Matteotti con un ricordo per Giacomo Matteotti e Eligio Porcu, prima di riprendere la camminata verso il Monumento ai caduti in Piazza Sant’Elena, via Eligio Porcu, Piazza XXV Aprile, Via Garibaldi, Via Pietro Nenni.

I bambini hanno letto alcune frasi di Piero Calamandrei – uno dei padri costituenti – i principi fondanti della Costituzione e intonato l’Inno di Mameli, “Dimonios” e “Bella Ciao”. Davanti alle postazioni fisse hanno piantato delle piantine di elicriso, lavanda, incenso variopinto offerte dal Comune di Quartu. Al rientro a scuola, la classe è stata accolta da quattro musicisti, docenti del corso musicale dell’istituto Porcu-Satta e dal preside della scuola. Insieme hanno intonato Il Canto degli Italiani e l’inno della Brigata Sassari. 

Alla tappa nel ricordo di Giacomo Matteotti hanno partecipato anche il sindaco di Quartu, Graziano Milia. «Bravi ragazzi, non dimenticate mai l’insegnamento della nostra Carta fondamentale, e non perdete occasione per ricordarlo anche a noi adulti» ha scritto il primo cittadino sulla sua pagina facebook.

Prima infanzia, Quartu partecipa al bando regionale “Primi passi”

Il Comune di Quartu parteciperà al bando regionale “Primi Passi”, con cui si intende rafforzare i servizi educativi per la prima infanzia dai zero ai 3 anni nella fase di emergenza determinata dall’epidemia da Covid-19.

Nell’Albo Pretorio è stato pubblicato il testo dell’avviso pubblico con cui il dirigente del settore Pubblica Istruzione determina la partecipazione del banco. Due le linee di intervento: il supporto alle famiglie e il supporto al mantenimento delle strutture per l’infanzia nei comuni in cui i servizi sono stati danneggiati dall’emergenza Covid.

Il bando regionale si rivolge ai Comuni, alle Unioni di Comuni e ai soggetti potenzialmente beneficiari delle linee di intervento

[Foto da quibologna.tv]

“Horizons”, la nuova opera di Manu Invisble nella Cittadella Universitaria di Monserrato

Futuro e conoscenza. Sono queste le due parole chiave di “Horizons”, la nuova opera dello street artist Manu Invisble presentata questa mattina nella Cittadella Universitaria di Monserrato per l’Università degli Studi di Cagliari. 

«È un messaggio che l’Ateneo ha voluto dare prima di tutto a se stesso – è il commento di Maria Del Zompo, Rettore dell’Università di Cagliari sul sito unica.it –  Al personale, ai ricercatori, agli assegnisti, ma anche agli studenti e alle loro famiglie. E alle future matricole, che speriamo di accogliere numerose alla riapertura, che sarà certamente controllata ma sarà pur sempre una rinascita per tutti noi”.

All’inaugurazione dell’opera, oltre al Rettore e al Prorettore alla Didattica, Ignazio Putzu, hanno partecipato anche il Direttore Generale Aldo Urru, la Dirigente della Didattica Pina Locci, e la docente di Storia dell’Arte Pamela Ladogana.

[Foto da pagina facebook “Manu Invisble“]

Scuola di Politiche arriva in Sardegna con il corso “Impact”

La Scuola di Politiche arriva in Sardegna. Fino alla mezzanotte di venerdì 15 novembre sarà possibile inviare le candidature per il corso Impact “Geopolitica nel Mediterraneo, Ricerca e Innovazione”.

Il corso è aperto a 40 giovani di età compresa tra 18 e 30 anni. Le aree tematiche del corso saranno: “Mediterraneo: coesione, sviluppo e cooperazione”; “Le crisi mediterranee, la politica estera italiana e le migrazioni”; “Politica della ricerca, ecosistema dell’innovazione, impresa”; “La civiltà giuridica mediterranea”; “La Sardegna e le Istituzioni dell’autonomia; Infrastrutture immateriali e materiali; sistemi portuali”.

I corsi Impact Sardegna saranno organizzati dalla Scuola di Politiche in collaborazione con l’Università di Cagliari – Dipartimento di Scienze Politiche e della Svimez – Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno. La responsabilità scientifica dei corsi è affidata a Alessandro Aresu, direttore scientifico della Scuola di Politiche, e ai docenti Cristian Rossi e Barbara Onnis per l’Università di Cagliari.

Il corso in Sardegna è il quinto corso Impact attivo in Italia. dopo quelli di Milano, Torino, Genova e Arcavacata di Rende-Università della Calabria. La frequenza del programma Impact consente la partecipazione alle attività della Scuola di Politiche – Summer School, Conferenze e Andreatta Lecture – e dà diritto all’iscrizione al network degli Alumni SdP.

«Impact – si legge nella nota di presentazione – è un programma intensivo e gratuito di formazione: il primo corso in Sardegna si articolerà in quattro workshop (per un totale di 40 ore) tra dicembre e marzo 2020 e prenderà il via il prossimo 26 novembre, con una conferenza (nei prossimi giorni verrà diffuso in dettaglio il programma con i relatori) nella quale verrà presentato il Rapporto Svimez 2019 sull’economia del Mezzogiorno, con particolare riferimento ai dati e alle prospettive relative alla Sardegna».

La Scuola di Politiche è stata fondata nel 2015 dall’ex premier Enrico Letta, ed è giunta ormai al suo quinto anno di attività; il direttore è Marco Meloni, già consigliere regionale della Sardegna e deputato, mentre il direttore scientifico è Alessandro Aresu, attualmente capo della segreteria tecnica del ministro per il Sud e la Coesione territoriale.

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online

Editore: Starter s.c.s. - Quartu Sant'Elena (CA), via Eligio Porcu 116 - P.Iva 03564920928

Direttore responsabile Andrea Matta - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018

Hosting provider: Netsons s.r.l. - Pescara (PE), via Tirino 99 - P.Iva 01838660684