Erasmus + e Globus, cento studenti da tutto il mondo a Cagliari

Welcome Day all’Università di Cagliari per i cento studenti europei ed extra europei impegnati nell’ambito dei percorsi Erasmus+ e Globus, Organizzata dall’Ufficio mobilità internazionale (Ismoka- International students mobility office karalis) dell’Ateneo di Cagliari in collaborazione con le associazioni studentesche Esn (Erasmus student network) e Isawo (Associazione studentesca internazionalizzazione e diffusione cultura e scienza), l’evento mette insieme le potenzialità divulgative, didattiche e di ricerca dell’ateneo con una serie di opportunità formative, di comunicazione, inclusione e integrazione.

Gli studenti, che occupano di scienze mediche, economiche, ingegneria elettronica e meccanica, architettura, comunicazione e leggi arrivano dai paesi europei ed extra europei: Spagna, Germania, Polonia, Romania, Turchia, Ungheria, Bielorussia, Sud Africa, Marocco, Inghilterra, Georgia, Iran e Colombia. Per loro, didattica e servizi sotto l’insegna dell’inclusione in un programma agile e fresco e una festa di benvenuto con la visita al quartier generale di Luna Rossa al Molo Ichnusa di Cagliari.

La giornata inizierà alle ore 09.00 nell’auditorium B del Campus Aresu (ex Clinica medica-via San Giorgio) con il prorettore per l’Internazionalizzazione Alessandra Carucci che accoglierà e presenterà l’ateneo agli studenti stranieri. A seguire, interventi del presidente Esn Cagliari, Michelangelo Berutti e del presidente Isawo, Laura Deriu. Alle 09.45, la partenza verso la direzione della base di Luna Rossa al Molo Ichnusa, che durerà un’ora e mezza e sarà guidata dai docenti dell’ateneo e velisti di Luna Rossa, categorie senior e new generation. Un incontro importante che permetterà la conoscenza delle dinamiche di lavoro del gruppo, dall’articolazione di lavoro quotidiana alle metodologie di allenamento utilizzate per arrivare al top della competitività. Il tour nella base – si legge in una nota dell’Ateneo – si snoderà tra palestra, design room, hangar barca e vele. Una occasione per conoscere una realtà di pregio del made in Italy. Alle 12.30, il trasferimento con gli autobus messi a disposizione dal Ctm verso il Poetto, direzione Windsurfing club Cagliari.

Gli studenti, divisi in tre gruppi, saranno accompagnati dalla professoressa Carucci e da Fabrizio Pilo (direttore Dipartimento ingegneria elettrica ed elettronica), Maurizio Murroni (docente Ingegneria tecnologie per internet), Andrea Loviselli (docente di Scienze mediche) e Alberto Concu (docente di Metodi e didattiche delle attività sportive), Alessandro Giua (docente di Ingegneria industriale e dell’informazione) e Massimiliano Piras (docente di Diritto della navigazione).

Un ponte culturale tra l’Isola e il Maghreb

Seminari sulla democrazia è il titolo della proposta culturale dell’associazione Accus (Associazione per la Cooperazione Culturale in Sardegna) per costruire cooperazione e collaborazione con il Maghreb.

Si parte dalla cultura per arrivare anche ad una collaborazione economica.

Tutto ciò parte dagli studenti attraverso la formazione tramite seminari aperti a tutti, compresi gli studenti magrebini che studiano nelle università sarde.

Una formazione politico democratica, i docenti infatti saranno sia italiani che magrebini.

Per partecipare è necessario inviare una mail all’indirizzo associazioneaccus@gmail.com.

L’iniziativa è promossa da ACCuS, con la collaborazione di Unimed – Università del Mediterraneo, Reset DOC – Dialogues on Civilization, Comunità di S. Egidio, Unipolis, Università di Sassari e Cagliari, Fondazione di Sardegna, Società Dante Alighieri ed il progetto avrà una durata triennale. 

Maturità 2019 – Le materie della seconda prova

Il MIUR ha appena annunciato sul suo profilo Facebook le materie della seconda prova di maturità per i licei.

  • Liceo Classico – latino e greco
  • Liceo Scientifico – Matematica e Fisica
  • Liceo delle Scienze Umane, opzione economico sociale – Scienze umane e Diritto ed economia politica
  • Istituto tecnico per il turismo – Discipline turistiche e aziendali e Inglese
  • Istituto tecnico, indirizzo informatica – Informatica e Sistemi e reti
  • Istituto professionale per i servizi di enogastronomia – Scienza e cultura dell’alimentazione e Laboratorio servizi enogastronomici
  • Istituto professionale, servizi per l’agricoltura – Economia agraria e dello sviluppo territoriale e Valorizzazione attività produttive e legislazione di settore

Quartu, studenti in piazza per il Festival dello Sport

Una mattinata di sport in piazza Sant’Elena per duecento studenti dell‘Istituto comprensivo “Porcu-Satta” di Quartu protagonisti del Festival dello Sport. Dalla scherma, con i maestri del CUS Cagliari ai circuiti organizzati dal CSI Centro Sportivo Italiano passando per judo, karate, scherma, tiro con l’arco, ballo sportivo, baseball e il calcio balilla umano. In piazza, gli alunni delle tre classi ad indirizzo sportivo della scuola e i bambini diversamente abili dell’istituto comprensivo accompagnati dai compagni di classe.

«Lo sport a scuola è molto importante perché i bambini e i ragazzi possono socialiazzare. Sentono un forte spirito di appartenenza all’istituzione scolastica» ha ricordato Ignazio Mulas, docente della scuola media.

Per la “Porcu-Satta”, unico istituto secondario di primo grado della Sardegna ad avere un indirizzo sportivo si tratta della terza iniziativa sportiva dell’anno scolastico dopo la maratona “Memorial Luca e Sara”, giunta alla terza edizione e alla prima “Street Workout” un colorato circuito di fitness che ha attraversato le vie della città. Le attività si sono svolte il 5 e il 15 dicembre scorso.

Mattematics, la matematica diventa social

Matteo Serraamministratore di Mattematics, il profilo Instagram che si pone come obiettivo quello di insegnare la matematica ai propri follower, racconta questa missione ai microfoni di RSE Radio Sant’Elena.

https://www.instagram.com/mattematics7/

Perché hai voluto aprire questo progetto?

L’obiettivo principale è quello di fornire un aiuto ed un supporto immediato a chi mi segue.

Quello che mi son sempre detto quand’ero studente, era che mi mancasse il poter trovare online un esercizio immediato che mi potesse aiutare a svolgere i miei compiti.

Tutto ciò che si trovava erano lezioni su YouTube di almeno un’ora ma svolte sempre da professori, quindi col metodo di un professore, insomma, delle vere e proprie ripetizioni.

Quindi mi son detto, voglio fare qualcosa di veloce, esercizi in pillole in cui i consigli che do sono sullo svolgimento e sull’argomento trattato.

La dimensione social è molto importante perchè posso coinvolgere tramite la rubrica domenicale “A voi la scelta”, chi mi segue.

In questo modo possono proporre o votare tramite un sondaggio, l’argomento che vorrebbero svolgessi.

Negli argomenti trattati cerco per quanto più mi è possibile di seguire il programma che si sta facendo nelle scuole.

Il livello che volevo tenere era quello dei ragazzi al quarto e quinto anno di un liceo scientifico, dalla maturità imminente, poi però ho spaziato con gli argomenti poichè mi hanno cercato anche ragazzi dell’università che devono preparare “Analisi 1” ad esempio.

Sono una specie di fratello maggiore che spiega un esercizio di matematica, l’ho voluto fare col desiderio di mettere a disposizione su uno strumento moderno come il social, qualcosa che sapessi fare.

Do ripetizioni da parecchi anni quindi ormai so dove sono carenti i ragazzi.

È interessante quindi l’uso che viene fatto del social.

Molte persone oggi si lamentano perché i ragazzi lo usano continuamente “chissà per far cosa”, ecco, molte volte fanno anche cose utili come questa.

Concludiamo facendoci di una domanda:

queste attività di divulgazione scientifica possono entrare in curriculum e far acquisire punteggio ai candidati?

  • 1
  • 2
  • 4
PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018