fbpx
ex-convento-quartu

Scuola di libertà: Monumenti Aperti a Quartu

Nuraghe Diana, ex Convento dei Cappuccini, Villa Romana, Chiesetta di San Benedetto, percorsi naturalistici del Molentargius. È questa la ricca formula dell’offerta per Monumenti Aperti 2021, in programma sabato 20 e domenica 21 novembre a Quartu Sant’Elena. La tradizionale manifestazione che valorizza il patrimonio culturale dei luoghi dell’isola torna quest’anno in presenza anche in città, grazie all’impegno dell’amministrazione cittadina e dell’associazione Imago Mundi, coordinatrice dell’evento, e con la preziosa partecipazione dei circa 300 volontari, fra studenti delle scuole e associazioni che animeranno i siti prescelti con informazioni, visite guidate ed eventi collaterali all’insegna della musica e dell’intrattenimento culturale.

Tutti i siti saranno visitabili su prenotazione, onde consentire l’afflusso di gruppi ordinati presso ciascun monumento, attraverso il link diretto di prenotazione: https://prenotazioni.monumentiaperti.com/monumenti/quartu/

Sarà possibile prenotare anche dalla pagina di ciascun comune sul sito monumentiaperti.com attraverso il pulsante PRENOTA ORA, che rimanda alla scheda comune del sito di prenotazione.

Si parte dunque dal Nuraghe Diana, in Località Is Mortorius, monumento recentemente proposto nel bouquet dei siti archeologici della Sardegna elegibili all’interno della candidatura promossa presso l’Unesco come patrimonio dell’umanità. L’area, occupata durante la seconda guerra mondiale da impianti bellici e logistici, è oggi oggetto di un importante piano di riqualificazione e di rilancio. Ad accogliere i visitatori presso il monumento saranno gli archeologi della Soprintendenza di Cagliari insieme agli alunni delle quarte e quinte dell’Istituto Tecnico-Commerciale Primo Levi, iscritti all’indirizzo Turistico, i quali garantiranno visite guidate plurilingue: inglese, tedesco e spagnolo.

Visite garantite anche presso la Villa Romana, nel litorale di Flumini-Sant’Andrea, una delle poche testimonianze di insediamento di età imperiale in ambito costiero in Sardegna, presente in territorio quartese: ad illustrare le caratteristiche del monumento saranno i volontari della Pro Loco, che hanno aderito alla manifestazione e che da sempre sono impegnati nella promozione delle peculiarità locali, in chiave promozionale e turistica.

Apre i battenti al pubblico anche l’ex Chiostro dei Cappuccini, in via Brigata Sassari, oggi completamente ristrutturato e adibito a sede museale e sede istituzionale del Sindaco. Saranno i ragazzi dell’Istituto n. 1 Porcu-Satta a garantire a turno le visite nelle due giornate dei Monumenti Aperti quartesi. I ragazzi saranno anche protagonisti del concerto d’apertura che si terrà presso il Chiostro, con un ensemble composto da flauto traverso, chitarra, pianoforte e percussioni.

Ancora i giovani protagonisti dell’accoglienza ai monumenti quartesi: gli alunni dell’Istituto Comprensivo n. 6 “Bellavista” illustreranno il percorso fotografico curato dall’associazione “Feminas” installato all’esterno della Chiesetta trecentesca di San Benedetto, in via Marconi fronte civico 353.

Infine i percorsi naturalistici del Parco Molentargius: quelli proposti saranno 3 e partiranno da via Don Giordi area verde del Parco gate 38. Di seguito in elenco:

  • Escursione a piedi verso il Bellarosa Maggiore a cura della Sezione Assoraider Quartu S. Elena e CEAS Molentargius (durata circa 1 ora con gruppi di massimo 20 persone)
    • sabato e domenica
      • ore 15.00
      • ore 16.00
  • Escursione in trenino elettrico verso la Spiaggia Fossile a cura di Explorendi Infopoint del Parco (durata 1 ora e mezza circa con gruppi di 15 persone)
    • sabato
      • ore 15.00
    • domenica
      • ore 10.00
      • ore 12.00
      • ore 15.00
  • Escursione a piedi per assistere all’inanellamento dell’avifauna di passo verso l’Ecosistema filtro e Bellarosa Minore a cura di Anthus e CEAS Molentargius con le guide dell’ApM (durata circa 1 ora con gruppi di massimo 20 persone)
    • domenica
      • ore 9.00
      • ore 10.00
      • ore 11.00

Tutte le escursioni verranno svolte solo se le condizioni meteo lo consentiranno, per quella in trenino dipenderà anche dalla percorribilità dovuta al manto stradale lungo la via Don Giordi.

Ricco e variegato il programma degli eventi collaterali

Curati dall’associazione Forma e Poesia nel Jazz

20  novembre – Stagno Molentargius – Concerto all’alba ore 7.00

Concerto all’alba nello splendido scenario del parco di Molentargius, una delle zone umide più belle d’europa, dove esistono svariate colonie di avifauna, che stanziano o migrano indisturbati in questa oasi di pace. Ai partecipanti sarà offerto caffè e pasticcini.

20 novembre – Music & wine – ore 18.30

Nella splendida cornice del chiostro dei cappuccini e in occasione dell’edizione di Monumenti Aperti che sarà aperta al pubblico.

Proponiamo un binomio tra la cultura del vino, di cui Quartu è una delle protagoniste assolute nella produzione di qualità e la musica.

Alla musica dei Bad Blues sarà abbinato un calice di buon vino

21 novembre – Nuraghe Diana – ore 12

Musica  e visita guidata.

“Io apro all’UNESCO” arriva a Quartu

Venerdì 5 novembre alle ore 11,00 presso la sede dell’ex Convento dei Cappuccini a Quartu Sant’Elena si terrà la conferenza stampa di presentazione della mostra sulla civiltà nuragica organizzata dall’Associazione “La Sardegna verso l’Unesco” in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Quartu Sant’Elena.

Il percorso espositivo sarà allestito presso l’Istituto Tecnico-economico-tecnologico Primo Levi di Quartu, all’interno degli spazi del Centro Risorse d’Istituto, aperto alle visite delle scuole cittadine. Contestualmente all’iniziativa, gli studenti saranno coinvolti nella frequenza di un modulo didattico di approfondimento dall’8 al 15 novembre, curato dai docenti dell’ICT Levi.

Alla conferenza stampa parteciperà il Sindaco di Quartu Graziano Milia, il Presidente dell’Associazione “Sardegna verso l’Unesco” Pierpaolo Vargiu, l’assessore all’Istruzione Cinzia Carta, Marcella Marini per “La Sardegna verso l’Unesco”, il preside dell’Istituto Primo Levi Prof. Massimo Siddi e la professoressa Alessandra Agus, coordinatrice del modulo didattico dedicato. Saranno presenti i componenti della V Commissione Consiliare Permanente con la Presidentessa Ketty Giua.

Parteciperà anche l’archeologo Nicola Dessì che -alle 9.00 della stessa giornata – incontrerà gli studenti dell’Itc Levi per fare insieme a loro un viaggio introduttivo alla scoperta dell’antica civiltà della Sardegna. 

Libri à buffet 2021 a Quartu Sant’Elena

La rassegna si compie a Quartu Sant’Elena dal 21 al 29 ottobre 2021 presso l’edificio storico dell’ex Convento dei Cappuccini, in via Brigata Sassari 35.

Giovedì 28 ottobre con Francesco Abate che presenterà il suo libro “I delitti della salina” e venerdì 29 ottobre con Roberto Delogu e Lorenzo Scano che presenteranno i loro libri “Black out” e “Via libera”, si chiude la rassegna Libri à Buffet, curata dall’Associazione Culturale Artifizio, inserita all’interno del cartellone Quartu Ripresa 2021 organizzata dall’Amministrazione comunale.

Ad arricchire la manifestazione un’offerta laboratoriale per ragazzi creata in sinergia con l’associazione multiculturale Arcoiris ODV in cui i giovai avranno la possibilità di raccontare e raccontarsi attraverso la scrittura creativa e la lettura interpretata, passando da fruitori ad autori e mettendo così in pratica le idee apprese durante la rassegna

Entrambi gli appuntamenti di Libri à Buffet sono fissati per le ore 17:30. Le serate saranno incentrate non solo sui titoli, ma anche sull’esplorazione della Bottega Artigiana d’Autore dei protagonisti che coinvolgeranno il pubblico in questo viaggio. Le letture di Rose Aste e Carlo Antonio Angioni verranno accompagnate dai momenti musicali di Maurizio Palitrottu Pretta.

A conclusione dell’incontro, il pubblico avrà l’opportunità di esplorare ulteriormente le storie attraverso la loro rappresentazione culinaria. L’associazione Artifizio ha infatti affidato a due pizzerie di eccellenza di Quartu – Metropizza e Il Gallo d’oro – il compito di creare delle pizze incentrate sui profumi, le atmosfere, i viaggi e le ricette dei libri presentati, cercando di costruire un “sapore della storia”.

Il pubblico potrà così, dopo la presentazione, gustare la “PIZZA A LIBRO” in compagnia degli autori e degli artisti intervenuti. “Abbiamo cucinato i libri che gli autori vi presentano, abbiamo cucinato certe atmosfere, certi profumi, certi odori della Marina di Cagliari con vaghe evocazioni verso Su Siccu, e riportate poi verso le nuove case” commentano gli organizzatori, associando il metodo di creazione delle pietanze all’effettiva storicità della città metropolitana.

Le attività si svolgeranno in piena conformità alle prescrizioni ministeriali finalizzate al contenimento della diffusione del Covid-19. L’ingresso sarà consentito solo ai possessori di Green Pass.

Grazia Deledda in scena a Quartu Sant’Elena: il concerto narrativo a Casa Olla

Sabato 23 Ottobre 2021 alle ore 20:30, l’associazione culturale Tra Parole e Musica – Casa di Suoni e Racconti propone all’Antica Casa Olla a Quartu Sant’Elena il Concerto Narrativo “La Festa del Cristo” di Grazia Deledda. Sul palco il Living Canvas, Andrea Congia e il Tenore di Orosei Antoni Milia.

A Quartu Sant’Elena, nella suggestiva cornice dell’Antica Casa Olla, l’associazione culturale propone un omaggio alla scrittrice nuorese, Premio Nobel per la Letteratura a 150 anni dalla sua nascita. La performance vuole mescolare modalità espressive e linguaggi artistici trasformando il realismo della penna di Grazia Deledda in una variopinta scenografia sonora.

Ritagli di vita, carichi di un realismo sociale indagatore, unito a un forte simbolismo formano il corpus delle ventidue novelle dal titolo Chiaroscuro, pubblicato nel 1912 dall’editore milanese Treves. Lo spettacolo vuole trasformare i paesaggi introspettivi della Deledda in paesaggi musicali delineati da voci e chitarre, in un pellegrinaggio narrativo fatto di Devozione popolare e intime Inquietudini.

Per farlo si attiverà sul palco il folto gruppo di performer denominato Living Canvas, nato all’interno del festival fantamusicale Ucronie, che raccoglie performer provenienti da diverse discipline e dunque capaci di ricoprire vari ruoli nello sviluppo narrativo degli spettacoli multiartistici della Casa di Suoni e Racconti.

Per l’occasione sarà composto dalle voci di Ana Cruz, Alessandra Fadda e Silvia Mascia. Inoltre sul palco contribuiranno Andrea Congia, direttore artistico e chitarra, e la voce dal Tenore de Orosei Antoni Milia. Il gruppo è attualmente composto da Tore Mula (Voche), Alessandro Contu (Bassu), Alex Fadda (Cronta) e Francesco Mula (Mesuvoche). Propone un repertorio di canti a tenore e a cuncordu, questi ultimi appresi nelle confraternite religiose “Sas Animas”, “Su Rosariu” e “Santa Rughe”.

Lo spettacolo è un’opera musico-teatrale nata nel 2016 e fa parte della quattordicesima edizione della “Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica – SIGNIFICANTE – ISCURU”, inserito all’interno del programma Quartu Estate – Ripresa 2021 e promosso dall’Amministrazione Comunale. Gode del Patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, della Città Metropolitana di Cagliari e della Fondazione di Sardegna.

Lo spettacolo verrà ospitato dall’Antica Casa Olla, importante esempio di architettura tradizionale sarda. La partecipazione allo spettacolo è libera, ma per garantire una fruizione sicura a tutti i partecipanti e conseguentemente per accedere all’area di Spettacolo sarà necessario essere in possesso del Green Pass.

Foto: Pieppo Arru

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online

Editore: Starter s.c.s. - Quartu Sant'Elena (CA), via Eligio Porcu 116 - P.Iva 03564920928

Direttore responsabile Andrea Matta - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018

Hosting provider: Netsons s.r.l. - Pescara (PE), via Tirino 99 - P.Iva 01838660684

Webdesign e sviluppo: Nicola Cabras, Starter scs