fbpx

Mese: Febbraio 2019

“È inutile a dire” il nuovo spettacolo teatrale di Jacopo Cullin

Il video teaser dello spettacolo

Con una nota sulla sua pagina Facebook l’attore cagliaritano annuncia il nuovo spettacolo in scena al Teatro Massimo di Cagliari il prossimo 29 aprile.

Son passati 20 anni dalla prima volta che ho sentito l’emozione del dietro le quinte, quel rumore ovattato della gente che prende posto, la tensione che si respira poco prima che il sipario si apra e gli applausi spontanei del pubblico che freme e vuole che lo spettacolo inizi. 
Far ridere il pubblico è il mio obiettivo principale, ma forse la cosa che mi da più soddisfazione è riuscire a far ridere chi sta sul palco con me. Gabriele Cossu è la mia cavia preferita, una spalla perfetta e un grande amico.

È inutile a dire! 29 aprile 2019 Teatro Massimo

Buona a visione.

Dalla sfiducia nella politica alla partecipazione attiva, nuovo incontro di Atobiu

Domani primo marzo presso la sala della Cooperativa Starter in via Eligio Porcu 116 a Quartu S. Elena si terrà il nuovo incontro-dibattito organizzato dall’associazione per la cittadinanza attiva, Atobiu, di cui vi abbiamo parlato più volte.

Dalla sfiducia nella politica alla partecipazione attiva

Questo il titolo dell’incontro, in cui interverrà Federica Palomba, dottoressa in Scienze Sociali e convinta sostenitrice dell’importanza della partecipazione.

Durante le sue ricerche ha conosciuto l’esperienza delle città riparative.
Della partecipazione ci presenterà la cornice costituzionale, i principali strumenti e alcune esperienze riuscite.

Non mancheranno cenni sulle teorie critiche alla partecipazione.

Scopo dell’incontro è acquisire informazioni che ci aiutino a riconoscere i processi partecipativi fruttuosi da quelli strumentali, e una maggiore consapevolezza delle possibilità che i cittadini hanno di partecipare alla vita civica e politica.

La partecipazione è un tema del Patto Etico per la Città di Quartu.

Per conoscere meglio l’associazione vi consigliamo la lettura dell’articolo di presentazione pubblicato sulla nostra rivista proprio questo mese.

Clicca qui per leggere.

L’educativa domiciliare, il corso targato Starter

Pubblicato da STARTER Cooperativa Sociale su Mercoledì 27 febbraio 2019
La video presentazione del corso da parte del docente Pier Paolo Cavagna

La Cooperativa Starter di Quartu S.E., editrice del nostro giornale online è sempre attiva nella programmazione di nuovi corsi per formare nuovi lavoratori e professionisti in ambito socio sanitario.

Il 14 aprile è in programma L’educativa domiciliare, diretto da Pier Paolo Cavagna, pedagogista e psicologo.

Il docente Pier Paolo Cavagna

Verrà rilasciato un attestato di frequenza

OBIETTIVI

Questo servizio rappresenta una possibilità di impiego reale molto comune per Educatori Professionali SdE e Pedagogisti. Nessun corso di formazione universitario, però, prepara sul versante pratico il professionista al contatto con la realtà professionale quotidiana. Così gli operatori arrivano al loro primo impiego con dubbi e paure, e sono spesso costretti a procedere per tentativi ed errori nel difficile percorso di costruzione di una identità professionale seria e riconosciuta.

FINALITÀ

Il corso mira a fornire indicazioni e strumenti utili nella fase di avvio del servizio educativo domiciliare, a partire dagli aspetti legati alle problematiche fiscali sino al difficile compito di gestione del nucleo familiare. E lo fa con un’ottica dinamica ed esperienziale, con presentazione di casi di studio reali e di esperienze pregresse.

DESTINATARI

Sono ammessi anche coloro in possesso di una formazione universitaria almeno triennale in ambito psicoeducativo o sanitario

Il corso è rivolto a studenti, laureati e professionisti in:

  • pedagogia / scienze pedagogiche;
  • scienze dell’educazione;
  • scienze della formazione / primaria;
  • educatori professionali;
  • scienze del servizio sociale;
  • terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva;
  • terapisti occupazionali;
  • tecnici della riabilitazione psichiatrica.

INFO E COSTI

PROMOZIONE: se ti iscrivi entro il 22 marzo il costo sarà di €50, dopo sarà di €60.

Per ulteriori domande e per iscriversi contattare la referente:
Dott.ssa Elisabetta Boeddu
349 1583926
e.boeddu@cooperativastarter.it

Per tutte le altre info visita l’evento cliccando qui

Il lavoro di squadra è l’ingrediente segreto del successo

Il lavoro di squadra divide i compiti e moltiplica il successo.

Si può riassumere in questo modo la 13 ore di diretta che lunedì ha consentito a tutti di vivere in diretta costante, senza mai una pausa, lo spoglio delle votazioni regionali in Sardegna.

5460 spettatori totali sulla diretta Facebook e oltre 1200 interazioni su un solo canale.

3 radio (RSE Radio Sant’Elena, Radio Kalaritana e Radio Golfo degli Angeli) e 4 pagine in diretta sui social.

Tutto questo è stato possibile grazie a:

  • la Starter SCS, società cooperativa editrice del nostro giornale;
  • Andrea Matta, il nostro direttore, collante tra tutte le notizie che, molto a rilento, arrivavano in redazione;
  • Maria Luisa Secchi, l’inviata, giornalista di Radio Kalaritana, in costante collegamento dalla sala stampa della Regione Sardegna;
  • Alessandro Atzeni e Nicola Cabras in redazione;
  • Davide Toro in regia video e audio per le 3 radio collegate;
  • Davide Atzori e Daniele Lecca, inviati a Cagliari presso i quartier generali dei candidati Solinas e Zedda;
  • Renato Perra per Radio Golfo degli Angeli;
  • la struttura di RSE Radio Sant’Elena sempre pronta ad accogliere nuove iniziative di programmazione.

Il ringraziamento va anche a Don Alfredo Fadda per RSE, Don Giulio Madeddu e Andrea Pala per RK e a tutti gli ospiti, agli amici e gli spettatori.

Regionali 2019, Simone Spiga (Cagliari Pad): voto alle liste civiche VS voto ai partiti

Simone Spiga – Elezioni Regionali Sardegna 2019

Il commento di Simone Spiga, giornalista di Cagliaripad.it sulla differenza tra il #voto dato alle #listeciviche e quello dato ai #partiti.Leggi l'intervento completo sul nostro sito:⤵️http://www.profilosociale.it/simonespigacagliaripadvotolistecivichevsvotopartiti/

Pubblicato da Profilo Sociale su Venerdì 1 marzo 2019

Intervento delle 9.33 del 25.02.2019

Quella del Partito Sardo d’Azione è una lista che porta vagonate di preferenze ma che non prende i numeri che avrebbero potuto prendere se i candidati si fossero presentati in liste più forti.

Per intenderci, un candidato che si candida con un partito che prende il 5/6% prende un numero di preferenze diverso da quello che prenderebbe se si candidasse con un partito che raggiunge il 15%.

Tutto questo perchè anche l’elettorato sceglie e soprattutto sceglie il partito sulla base di una serie di indicazioni.

C’è ovviamente un trend a favore della Lega che, pur avendo una lista “debole” in questa tornata elettorale, prenderà molti volti di testa, ossia sul simbolo senza preferenze.

Il discorso da fare per le liste civiche è però diverso.

Mentre le altre sono liste strutturate (come PD o Liberi E Uguali) e c’è quindi un voto di un certo tipo, sulle liste civiche le preferenze si basano su un concetto diverso dai partiti tradizionali.

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online

Editore: Starter s.c.s. - Quartu Sant'Elena (CA), via Eligio Porcu 116 - P.Iva 03564920928

Direttore responsabile Andrea Matta - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018

Hosting provider: Netsons s.r.l. - Pescara (PE), via Tirino 99 - P.Iva 01838660684