Monumenti Aperti a Quartu, 26 siti da visitare in città

Tutto pronto per una nuova edizione di Monumenti Aperti a Quartu Sant’Elena in programma sabato 18 e domenica 19 maggio. Saranno ventisei i siti visitabili tra chiese, case campidanesi, nuraghi e altri siti di interesse ambientale e storico.

Tra le novità la Casa Denotti-Falqui in via La Marmora; l’Ex Caserma dei Carabinieri in via Roma, la Torre di Carcangiolas, il complesso monumentale dedicato a Luigi Olla nell’area dell’ex Bussola e il fortino del Simbirizzi.

Questo l’elenco dei siti da visitare: Basilica di Sant’Elena; Chiesa di Sant’Agata; Chiesa di Sant’Andrea; Chiesa di San Benedetto; Chiesetta di Bonaria ex Oratorio delle Anime; Chiesa di Santa Maria di Cepola; Chiesa e Sacrestia di Sant’Efisio; Cripta e nuovo presbiterio della Chiesa di San Giovanni Evangelista; Chiesa Ortodossa San Giuda Taddeo Apostolo; Chiesa di San Luca Torre Su Forti; Chiesa di Santo Stefano; Cappella e Asilo “G.B. Dessì Dedoni; Casa Denotti-Falqui; Casa Murgia Casanova; Casa Museo “Sa Dom’e Farra”; Ex Caserma dei Carabinieri; Ex Convento dei Cappuccini; Antico Macello e biblioteca comunale; Monastero del Carmelo; Nuraghe Diana; Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline; Piazza Luigi Olla; Aula Consiliare; Torre Carcangiolas e fortini; Villa Romana; Fortini del Simbirizzi.

All’interno del fine settimana dedicato ai monumenti, ampio spazio alla letteratura con gli appuntamenti ospitati nella Biblioteca di Flumini. Sabato pomeriggio presso il Nuraghe Diana verrà presentato il libro “Un volo nel passato” dedicato all’età del bronzo per capire meglio la civiltà nuragica. Domenica, nel Parco Andrea Parodi si terrà la lettura animati dal titolo “Volare con le ali della scienza.

[Foto tratta da facebook]

Teatro, “Hashtag #14-19 – Azione “La Corsa” vince la prima edizione del T-Challenge

Hashtag #14-19 – Azione “La Corsa” dell’IPSIA Antonio Meucci con drammaturgia e regia di Roberta Locci ha vinto la prima edizione del “T-Challenge”. Il progetto del CeDAC per la formazione e la diffusione della cultura teatrale ha coinvolto otto istituti della scuola secondaria di secondo grado nell’area metropolitana di Cagliari. La serata finale è andata in scena all’Auditorium Comunale di Cagliari

A guidicare gli spettacoli è stata una giuria di esperti formata dallo psicologo e operatore teatrale Giorgio Testa, dalla giornalista e critica teatrale Manuela Vacca, l’organizzatrice teatrale Tatiana Floris (Cada Die Teatro) e il presidente del CeDAC Sardegna Antonio Cabiddu.

Hashtag #14-19 – Azione ‘La Corsa’” – si legge nella nota di presentazione – nasce dalle testimonianze dei ragazzi, dalle loro storie, dalle aspirazioni e dai sogni, dalla rabbia e dal disincanto di una generazione cresciuta tra la fine delle ideologie e la crisi economica del terzo millennio: adolescenti alle prese con le difficoltà quotidiane, gli impegni scolastici e la fatica dei pendolari in bilico tra una consapevolezza precoce e la fragilità della loro età.

La Giuria ha scelto di premiare lo spettacolo: «Per la capacità di parlare con grande sensibilità del quotidiano dei giovani; l’impostazione della messa in scena ha fatto emergere una autenticità emozionante e una spiccata unione del gruppo». Una scrittura scenica incentrata sul ritmo della corsa e – come spiega la regista – sulle “ragioni per fermarsi” in cui trovano spazio anche la rinuncia e l’accidia, una routine fondata sulla noia e sul male di vivere, e temi scottanti come il bullismo, l’abuso di alcolici e l’emarginazione sociale con un finale elegiaco e simbolico che tocca la mente e il cuore.

Al secondo posto si è classificato “Ubu Roi” da Alfred Jarry nella versione degli studenti del Liceo Scientifico Antonio Pacinotti diretti da Filippo Salaris e al terzo posto la “Lisistrata” di Aristofane nella mise en scène dell’ITC Primo Levi con la regia di Senio G.B. Dattena: per entrambi la possibilità di seguire la prossima stagione de La Grande Prosa e partecipare alle attività promosse dal CeDAC.

Il progetto T-Challenge 2018/2019 ha visto come protagonisti i ragazzi di otto istituti dell’area metropolitana di Cagliari: il Liceo Classico “G. M. Dettori”, il Liceo Scientifico “Antonio Pacinotti” e il Liceo Scientifico “Michelangelo”. l’I.P.S.I.A. “Antonio Meucci”, l’Istituto Tecnico – Liceo Scientifico delle Scienze Applicate “Michele Giua” e l’Istituto Tecnico Economico “Pietro Martini” di Cagliari, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Primo Levi” e il Liceo Statale Scientifico Artistico “Giuseppe Brotzu” di Quartu Sant’Elena.

Il punto di partenza del progetto è stata la creazione dei laboratori teatrali articolati nelle varie fasi e sezioni: dallo studio del copione all’identificazione di alcune figure professionali come attori, autori, registi e drammaturgi passando per la realizzazione delle scenografie e dei costumi fino allo spettacolo finale. Le “compagnie teatrali” hanno messo in scena gli spettacoli esplorando espressioni e pluralità del linguaggio teatrale di diverse epoche. I registi hanno condiviso con gli studenti-attori le loro competenze e l’approccio verso l’opera teatrale con le sue caratteristiche – modernità o arcaicità della lingua, tematiche, strutture del testo – e con la possibilità di adattarle e modificarle in modo contemporaneo.

Le otto compagnie si sono messe in gioco nella “Battaglia teatrale” in scena all’Auditorium Comunale di piazza Dettori a Cagliari nei primi due fine settimana di maggio.

Soddisfazione da parte del presidente del CeDAC, Antonio Cabiddu, che ha messo in luce l’importanza delll’iniziativa pensata per offrire ai ragazzi la possibilità di scoprire la magia del teatro, da vivere in prima persona anche grazie al lavoro di gruppo con i coetanei e alla sinergia con i presidi e i docenti degli istituti

Monumenti Aperti: che successo! Sfiorate le 80mila firme a Cagliari

Monumenti Aperti si conferma un appuntamento importante nell’offerta culturale della città di Cagliari. Alle ore 19.00 di domenica sono state raccolte quasi 80mila firme nei 75 monumenti a disposizione di cittadini, turisti, appassionati e curiosi.

Il sito più visitato si conferma l’Orto Botanico con 5557 firme. Lunghe file – si legge nella nota – anche per visitare il Museo Archeologico con 4090 firme. La Casa della Massoneria con 3601. Al quarto posto l’Ospedale Civile con oltre 3000 visitatori. Ancora un sito dell’Università con la Biblioteca e Sala Settecentesca dove sono state raccolte 2560 firme. Sono 2385 firme nella Galleria Don Bosco e 2293 nel Palazzo dell’Università.

«Dopo 23 anni – ha commentato il Presidente dell’Associazione Culturale Imago Mundi Fabrizio Frongia. – la manifestazione si conferma una grande festa popolare. In una seconda giornata messa a dura prova dal forte vento, si è ripetuto questa piccolo miracolo che dal lontano 1997 porta decine di migliaia di cittadini a assieparsi compostamente in fila fuori dai nostri monumenti».

Nel prossimo fine settimana la rassegna arriverà anche a Quartu Sant’Elena.

[Foto tratta da pagina facebook Monumenti Aperti]

(Articolo aggiornato alle 15.30 di lunedì 13 maggio)

Festa di Sant’Elena 2019: al via la preparazione dopo il rinnovo del Comitato

Si rinnova a Quartu l’appuntamento con la Festa di Sant’Elena, Patrona della Città.

In previsione dell’importante appuntamento dei festeggiamenti primaverili del 21 maggio, il Comitato Stabile rinnova i propri organi sociali.

Presidente del Comitato Stabile per il 2019 sarà il sig. Oliviero Ghironi, che succederà al sig. Sandro Lai, da cui riceverà il medaglione del Presidente durante la celebrazione Eucaristica del 21 maggio.

Oliviero Ghironi sarà affiancato nel lavoro da tutti i soci del Comitato ed in particolare dal direttivo composto da:

  • Sandro Lai – vice presidente di diritto;
  • Mariano Tocco – vice presidente eletto;
  • Nicola Sanna – tesoriere;
  • Alessandro Piludu – segretario;
  • Efisio Delogu e Roberto Follesa – consiglieri;
  • Cesario Portas – cerimoniere.

Come da tradizione il 21 maggio alle ore 19.00 tutta la città è invitata a celebrare la sua Santa patrona nella solenne celebrazione Eucaristica che, quest’anno, sarà presieduta da don Elenio Abis, padre spirituale del Seminario Arcivescovile di Cagliari.

I contenuti informativi della manifestazione sono ospitati nei siti ufficiali della manifestazione www. comitatodisantelena.it e sagrauva.com.

L’edizione 2019 sarà seguita in diretta radio e live video su facebook su RSE Radio Sant’Elena media partner dei festeggiamenti della Santa Patrona.

La festa verrà seguita anche sulla pagine facebook del Comitato Sant’Elena. L’hashtag ufficiale della festa sarà#SantElena2019.

Letture e cultura al Festival della Letteratura del Mediterraneo a Quartu

Sentimenti, viaggio, scuola e famiglia. Sono queste le quattro parole chiave della quinta edizione del Festival della Letteratura del Mediterraneo in programma da giovedì 2 a sabato 4 maggio nell’auditorium della scuola media di via Fadda a Quartu Sant’Elena. Il festival è organizzato dall’Associazione Genti Arrubia con il patrocinio gratuito dell’amministrazione comunale. I tre giorni dedicati alle letture e alla cultura vivranno due momenti: in mattinata, gli autori incontreranno gli studenti delle scuole della città mentre nel pomeriggio, gli incontri saranno aperti a tutta la cittadinanza.   

Programma. La giornata di giovedì 2 maggio sarà dedicata ai sentimenti con la presenza degli autori Maurizio Cocco (ore 10.00), Fabio Pisu (11.30), Virginia Bramati (17.30) e Giovanna Uccheddu (18.30). Venerdì 3 sarà la volta del viaggio con Sara Rattaro (alle ore 10.00 dialogherà con gli studenti e alle ore 18.30 con il  pubblico), Alì Ehsani e Francesco Casolo (11.30), Franco Pittau (17.30). A chiudere la giornata, i ragazzi del Liceo Motzo presenteranno “Miti di ieri, storie di oggi: Medea”. Sabato, ultima giornata con tema “La scuola e la famiglia” con Federica Uras (ore 10.00), Enrico Galiano (ore 11.30), Matteo Lancini (17.30) ed Elisabetta Cametti (18.30). La rassegna si concluderà con i brani della corale Polifonica Quartese, diretta dai maestri Daniela Porru e Luigi Delogu, introdotti dalle letture di alcuni testi a cura di Serena Fazio. A dialogare con gli autori sarà la blogger Sara Boniperti.

La prima edizione del Festival si è tenuta nel 2015 nel Convento dei Cappuccini. Dal 2016 al 2018, la sede del festival è stata Casa Olla, in viale Eligio Porcu.

Il programma del festival
PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018