L’ultima diretta in FM di Radio Golfo degli Angeli

Venerdì 20 settembre a partire dalle ore 09.00 andrà in onda l’ultima diretta in FM di Radio Golfo degli Angeli, la storica emittente radiofonica della città di Quartu. 

«I messaggi e tutte le manifestazioni d’affetto giunte in redazione per l’uscita di Radio Golfo degli Angeli dalll’FM, ci costringono piacevolmente a riattivare il segnale per regalarvi l’ultima diretta» scrive Renato Perra, il direttore dell’emittente, sulla pagina facebook. 

La diretta sarà condotta da Kiko Lecca.  Sarà l’occasione per risentire le tante voci che hanno accompagnato gli ascoltatori dal 2 settembre 1977 fino al 2 settembre 2019, giorno in cui è stata spenta la frequenza dei 94.100 FM.

Radio Golfo degli Angeli non finisce: gli ascoltatori potranno continuare ad ascoltarla sul DAB+  Digital Radio al canale 10 C. 

Seguici su:
error

La “Giornata del Panorama” alle Saline Conti Vecchi

Domenica 15 settembre è in programma la sesta edizione della “Giornata del Panorama” organizzata dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) e da Fondazione Zegna.

La manifestazione si svolge nei luoghi più suggestivi d’Italia, tra questi anche le Saline Conti Vecchi. Oltre alle visite agli immobili storici recentemente ristrutturati e allestiti in stile anni Trenta con gli arredi e i documenti originali, i visitatori potranno guardare il paesaggio a bordo di un trenino gommato “con colori e riflessi indimenticabili”

Durante la “Giornata del Panorama” sarà possibile partecipare ai tour guidati speciali, dalla durata di novanta minuti, che permetteranno di vedere una zona mai vista della salina, interessante in questo periodo dell’anno. Le visite partiranno alle ore 10.30, 12.00, 13.30, 15.00 e 16.30.

Le Saline Conti Vecchi resteranno aperte dalle ore 10.00 alle 18.00. Questi i costi dei biglietti: Intero: 12 euro; iscritti FAI: 3 euro; ridotto (6-18 anni): 4 euro; bambini (0-5 anni): gratuito; residenti ad assemini: 6 euro; studente (18-26 anni): 8 euro.

Per informazioni e prenotazioni: via telefono allo 070.247032 o via mail a faisaline@fondoambiente.it indicando un nominativo di riferimento, il numero di posti riservati, l’orario scelto e un recapito telefonico.

Evento Facebook

[Foto tratta da pagina facebook “FAI – Saline Conti Vecchi”]

Seguici su:
error

I colori di “Artigiani in Mostra” in via Porcu a Quartu

Primo fine settimana per “Artigiani in Mostra” l’iniziativa organizzata da STARTER Cooperativa Sociale.

Il temporary store in via Eligio Porcu 24 a Quartu Sant’Elena, aperto lunedì 2 settembre, si è animato con le creazioni dei maker che hanno scelto di aderire all’iniziativa. «È stata una settimana ricca di emozioni, di sorrisi e di complimenti. Al loro ingresso i visitatori hanno trovato colore, calore e bellezza da ammirare e da apprezzare. Il temporary è una piccola oasi felice tutta da scoprire» racconta Rita Boi, una delle curatici dell’iniziativa. 

Nello spazio in centro a Quartu – visitabile dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00 fino al 30 settembre-  è possibile trovare le creazioni di “Kreoarte” Francesco Porro e Francesca Fiori; “Cabai” di Guido Baire; Collettivo “Bobboi Bags & More”; “Arte su carta” di Alessandra Steri; l’Associazione “La Matrioska”; Le ceramiche di Luca Plantas;  “Anomaliye” di Giorgia Luppi;  Furighedda di Sarah Paolucci; Tessili Crabolu; “Arti Noa” di Delia Sanna, “Macchillotti” di Claredda e tanti altri.  

Da mercoledì 11 a domenica 15 settembre, la manifestazione raddoppia: artigiani e hobbisti esporranno le loro creazioni negli spazi lungo via Eligio Porcu. La manifestazione è stata inserita nel programma della Festa di Sant’Elena 2019 grazie alla collaborazione del Comitato Stabile per i festeggiamenti in onore di Sant’Elena Imperatrice.

Sul canale YouTube della STARTER, il video con alcune delle creazioni presenti al temporary store

Seguici su:
error

Fede, arte e tradizioni: Quartu festeggia Sant’Elena

[Andrea Matta]

Fede, arte e tradizioni. Sono queste le tre parole chiave della Festa di Sant’Elena, Patrona della città di Quartu.

Nel programma, curato dal Comitato Stabile per i festeggiamenti in onore delle santa e presieduto quest’anno da Oliviero Ghironi, ampio spazio alla cultura e alle attività create per preservare le tradizioni della terza città della Sardegna: dal passato, con la sua storia agricola, al presente con le pitture, le sculture e il panorama artistico quartese che parte dai giovani e dagli studenti dei licei della città.

Una festa che vive grazie al lavoro del Comitato  – formato da trentatré soci ai quali si aggiunge il parroco di Sant’Elena, monsignor Alfredo Fadda – al supporto di un centinaio di volontari e dei cittadini quartesi che hanno contribuito anche quest’anno con le offerte, attraverso la questua casa per casa, e con le sponsorizzazioni di sessanta aziende della città. Tra le amministrazioni pubbliche, il Comune di Quartu ha concesso il patrocinio gratuito, l’uso della struttura e del personale di Sa Dom’e Farra e il comitato “auspica un contributo” dell’assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna.

«Vivere la festa giorno dopo giorno è una grande sorpresa – racconta il presidente Oliviero Ghironi – Vivo questi giorni con tutte le incertezze e i dubbi. Nel lavoro per costruire la festa mi aiutano il direttivo e tutto il Comitato, una squadra collaudata». Durante la questua, il Comitato ha potuto vedere la città ancora più da vicino: «Tante persone ci hanno accolto e hanno avuto il piacere di darci un piccolo contributo. Mi è dispiaciuto vedere molti giovani lontani dalla festa, che non sentono il suo significato. La città non offre grandi cose e la festa è una opportunità per tutti, anche per i ragazzi, e dobbiamo coinvolgerli». Un modo concreto per avvicinarli e renderli protagonisti è quello di dargli più spazio e così, nelle serate dell’11 e del 12 settembre in Piazza degli Aranci saliranno sul palco alcune band formate dai ragazzi cresciuti a Quartu.

Tra gli altri partner della sagra c’è anche la Coldiretti Sardegna: «Siamo contenti di aver rinnovato anche per quest’anno il rapporto con i coltivatori diretti che offriranno la degustazioni dell’11 settembre e inoltre ci aiuteranno e sosterranno per “Enomusica” e per la “Sagra dell’Uva”» racconta Alessandro Piludu, segretario del Comitato. La festa è l’occasione per ricordare a quartesi una parte del passato della loro città: «Nello statuto dei Comitato – prosegue Piludu – i fini sono due: celebrare la Santa, organizzando i due momenti annuali dei festeggiamenti (maggio e settembre, ndr) e preservare la cultura e le tradizioni locali con particolare attenzione al mondo agricolo e alla cultura agropastorale del nostro territorio. È per questo che da trentacinque anni, il Comitato organizza la Sagra dell’Uva. Una tradizione legata al mondo della campagna».

Il titolo della Festa di quest’anno è “Signore, aumenta la mia Fede”. «Sant’Elena, ti supplichiamo, fa che la tua festa, non sia una semplice manifestazione mondana, travestita di religiosità, ma sia un guardare a te come modello di fede e di vita per restituire luce alla nostra povera fede ed entusiasmo ai nostri giorni» scrive nel suo saluto il parroco di Sant’Elena Imperatrice Monsignor Alfredo Fadda.

Il programma della festa

Il primo atto della Festa è in programma giovedì 5 settembre alle ore 20.00 con la vestizione della santa. Un momento che negli ultimi anni viene vissuto con partecipazione non solo dalla comunità parrocchiale ma anche dalla città. Le celebrazioni religiose inizieranno l’8 settembre con il triduo di preghiere in preparazione alla festa.

Martedì 11 alle ore 19.00 nella Casa Museo “Sa Dòmu ‘e Farra” è in programma l’inaugurazione ufficiale della Festa. A seguire l’apertura delle mostre: “L’uva da tavola e la vendemmia”; “Esposizione dei lavori degli studenti del Liceo Artistico Brotzu” di Quartu S.Elena; “Personale di pittura di Gustavo Tatti”; “Arte su pietra di Giorgio Artizzu”; “Pani de mera forrus de Sardigna”, a cura della A.M.E.S.M. di Quartu Sant’Elena. Nella sede A.N.M.M.I., via Brigata Sassari 6, si terrà la mostra “Una volta marinaio, marinaio per sempre”, a cura dell’Associazione nazionale Marinai d’Italia, Gruppo M.A.V.M. Luigi Olla Quartu Sant’Elena. Durante tutta la sagra, in via Eligio Porcu, sarà presente la mostra mercato “Artigiani in mostra”, in collaborazione con STARTER scs.. Alle ore 20.00, la festa si sposta in Piazza degli Aranci per l’esposizione e degustazione dei prodotti agricoli locali, in collaborazione con Coldiretti Sardegna.

Giovedì 12 alle ore 20.30 in via Eligio Porcu, la quinta edizione di manifestazione “Enomusica: note e sapori del nostro territorio” con il contributo della Fondazione Italiana Sommelier. Sarò l’occasione per degustare i prodotti della terra e dei vini delle cantine del Campidano.

Venerdì 13 settembre  alle ore 17.30 è prevista la Santa Messa Solenne e a seguire la processione per le vie cittadine presiedute dall’Arcivescovo di Cagliari, Monsignor Arrigo Miglio, Arcivescovo di Cagliari. Il percorso della processione resta invariato: Piazza Sant’Elena, vie D’Arborea, Marconi, piazza Azuni, via Bonaria, Rossi Vitelli, piazza S. Maria, via XX Settembre, Montenegro, Caprera, Mameli, Mori,piazza IV Novembre, via S. Antonio, Merello, Sicilia, Diaz, Firenze, Cagliari,Brigata Sassari, Marconi, piazza S. Elena. La stessa sera, alle 21,30, sul palco allestito nella piazza Sant’Elena, la gara poetica campidanese, un altro momento tradizionale della festa che, nell’intento del Comitato, non deve scomparire.

Sabato 14 settembre la solenne celebrazione alle 11.30, presieduta da Don Gianmarco Lorrai, ordinato sacerdote il primo settembre, collaboratore in Sant’Elena Imperatrice. Nel pomeriggio, in via Eligio Porcu, si terranno i giochi per i bambini.  Alle 21.30 la piazza quartese accoglierà la musica con il concerto dei Matia Bazar.

Domenica 15 è in programma la tradizionale Sagra dell’Uva. La partenza è fissata per le ore 18.30 da via Cecoslovacchia: sfilano per la città i gruppi folk e le etno-traccas. Alle 20.30, in piazza Sant’Elena, la consueta distribuzione dell’uva. La serata si concluderà con lo spettacolo folk “Suoni e colori della Sardegna”, che vedrà, tra gli altri, la partecipazione straordinaria dei Tenores di Neoneli.

Tra gli appuntamenti di lunedì 16 settembre, alle ore  18.00, nell’Auditorium della Basilica di Sant’Elena, il concerto e la presentazione del libro autobiografico del maestro di launeddas Luigi Lai. Alle ore 21.00, l’ultimo spettacolo sul palco di Piazza Sant’Elena con la commedia in lingua sarda campidanese “Sa suttana no fait su Predi” messa in scena dall’Associazione teatrale amatoriale Sacro Cuore di Quartu alle ore 21.00.

Sabato 21 e domenica 22 settembre spazio allo sport con il torneo di basket nei campi della Ferrini in via Pessina, con i padroni di casa della Ferrini, Esperia, Sestu e Basket Quartu. Sabato 21, con raduno alle 18, con partenza da piazza Sant’Elena, la quarta edizione di “Qurri, la corsa della Sagra dell’uva” la gara podistica di 7 km e passeggiata per tutti di 3,5 km lungo le vie del centro storico.

L’edizione 2019 sarà seguita in diretta radio e live video su facebook su RSE Radio Sant’Elena, media partner dei festeggiamenti della Santa Patrona. La festa verrà seguita anche sulle pagine facebook Comitato Sant’Elena e istagram (@comitatodisantelena). L’hashtag ufficiale della festa#SantElena2019.

[Foto da pagina facebook: Basilica Sant’Elena Imperatrice]

Seguici su:
error

Artigiani in mostra: arte, creatività e imprese locali a Quartu

Arte, creatività e imprese locali al centro di Quartu. Torna l’appuntamento con “Artigiani in Mostra”, l’iniziativa organizzata da STARTER Cooperativa Sociale.

Tra le novità della nuova edizione, il nuovo spazio espositivo, temporary store, in via Eligio Porcu 24 a Quartu Sant’Elena che sarà inaugurato lunedì 2 settembre e resterà aperto fino al prossimo 30 settembre. Dall’11 al 15 settembre, la manifestazione raddoppia: artigiani e hobbisti esporranno le loro creazioni negli spazi lungo via Eligio Porcu. La manifestazione è stata inserita nel programma della Festa di Sant’Elena 2019 grazie alla collaborazione del Comitato Stabile per i festeggiamenti in onore di Sant’Elena Imperatrice.

«Siamo felici di poter organizzare la nuova edizione di Artigiani in Mostra – racconta Nicola Cabras, presidente della STARTER – Siamo partiti dalle esperienze e dalle richieste arrivate nelle passate edizioni. Con il nostro nuovo spazio vogliamo valorizzare il sapere artigiano e il saper fare come patrimonio dell’impresa». Fare rete resta uno dei punti principali della manifestazione: «Crediamo nel concetto di fare impresa insieme, di mettere in rete i produttori locali che, grazie alle tante collaborazioni nate nelle precedenti edizioni, sono ora in grado di realizzare prodotti di eccellenza e di altissima qualità» conclude Cabras.

Gli artigiani. Nello spazio per creativi e maker, i visitatori troveranno le creazioni di “Kreoarte” Francesco Porro e Francesca Fiori; “Cabai” di Guido Baire; Collettivo “Bobboi Bags & More”; “Arte su carta” di Alessandra Steri; l’Associazione “La Matrioska”; Le ceramiche di Luca Plantas;  “Anomalie” di Giorgia Lupi;  Furighedda di Sarah Paolucci; Tessili Crabolu; “Artinoa” di Delia Sanna, “Macchillotti” di Claredda e tanti altri.

Media partner dell’evento sarà «Profilo Sociale». L’evento verrà seguito sui canali Facebook e Instagram della STARTER @cooperativastarter.

Seguici su:
error
PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018