Giocomix, fumetti e videogames all’Hotel Setar

Sabato 18 e domenica 19 maggio, dalle ore 10.00 alle 20.00, all’Hotel Setar a Quartu è in programma la tredicesima edizione del Giocomix, il più grande festival del gioco e del fumetto della Sardegna organizzato dall’associazione culturale Mondi Sospesi. Il festival sarà ospitato all’interno del centro congressi. Il motto è “Sano divertimento fuori dagli schemi”. La locandina è dedicata a “Il Gigante di Pietra” fumetto di Marcello Lasio (sceneggiatore), Jean Claudio Vinci e Maurizio Nonnis (disegnatori), prodotto dall’Associazione Culturale Chine Vaganti e presentato in anteprima al Lucca Comics & Games 2018.

Gli appassionati del genere fumetto potranno incontrare numerosi protagonisti del panorama nazionale come Sergio Bonelli, Fabiano Ambu, Massimo Dall’Oglio, Guido Masala, Elia Bonetti, Jean Claudio Vinci che – come vi abbiamo raccontato su Profilo Sociale – ha disegnato la miniserie “Secret Identities” de “Gli Incredibili 2”, un prodotto firmato da Disney-Pixar per la Dark Horse Comics. Presenti anche l’illustratore e fumettista Bruno Olivieri, lo sceneggiatore Daniele Mocci e le autrici Dany& Dany. Nella due giorni si potrà partecipare ai tornei gratuiti di videogames, giochi di carte collezionabili, giochi da tavolo e di ruolo e le gare tra maghi. E ancora, visori in 3D e classici consolle.

Previsti anche i raduni degli appassionati di Harry Potter, Star Wars,  il  k-pop contest, le musiche più belle dei cartoni animati e le serie tv del momento. Per i cosplayer ci sarà la possibilità di aggiudicarsi il Premio Giocomix che permetterà di accedere al Romics, primo passo verso il World Cosplay Summit in Giappone.

Dust’N Sardinia, moto e solidarietà sulle strade sarde

Grande successo per il terzo round di Dust’N Sardinia che si è tenuta da venerdì 3 a domenica 5 maggio organizzata da MotoTaccuino coadiuvati da Asphalt&Gravel, in collaborazione con il motoclub Sa Palestra di Sinnai. Nel fine settimana sulle strade di una Sardegna vera, aspra a volte, ma capace di ripagare la fatica di centinaia di km di sterrati selvaggi, dieci motociclisti vecchio stile. Alla guida del gruppo, Alessio Ferrari e Nicola Manca, cuore e anima del progetto nato nel 2016 che sin dal principio hanno pensato all’unione tra moto e solidarietà.

Insieme agli appassionati di due ruote sardi anche quattro motociclisti romani e due del nord Italia che hanno deciso di passare nell’isola un weekend di bassa stagione, in luoghi lontani dalla carta patinata come la spiaggia di Scivu, grazie alla collaborazione dal comune di Arbus, o Orroli, sposando a pieno il progetto e il suo fine legato alla solidarietà. Per tutti loro, è stato un fine settimana intenso tra territori della Sardegna lontani dalle riviste, da ciò che cercano i turisti tradizionali e concluso con una festa finale che ha visto la partecipazione dei protagonisti e dei tanti ospiti che hanno festeggiato con loro una nuova impresa.

Non solo strada ma anche solidarietà. L’evento ha permesso di raccogliere i fondi per un nuovo progetto dedicato alla realizzazione e stampa di un albo illustrato sul motociclismo che poi verrà donato ai bambini con bisogni educativi speciali. Un albo che racconterà le passate avventure di MotoTaccuino, “Dall’isola al Sahara” che racconta le avventure in terra sahariana  e “Frammenti” che racconta i viaggi motociclistici in Vietnam, nelle zone terremotate nel centro Italia, in Francia, in Sardegna, in India e ancora in terra africana.  

Il progetto ha trovato l’interesse della FMI, Federazione Motociclistica Italiana, che promosso l’evento, ha premiato l’impegno e gli obiettivi dell’associazione, inserendo l’evento nel calendario nazionale. Ora gli organizzatori puntano al 2020, mantenendo lo stile e la qualità, ma allargando i propri orizzonti per offrire una esperienza unico lungo le strade dell’isola ad altri dieci fortunati partecipanti.  

Leggi l’articolo dedicato a Moto Taccuino nel quarto numero di Profilo Sociale

La denuncia del PD sul ponte lungosaline: due anni diventino due mesi

https://www.facebook.com/profilosociale.it/videos/456999304871698/

“Chiediamo che gli organi preposti dichiarino lo stato di emergenza.”

È appena terminata la conferenza stampa organizzata dalla sezione quartese del PD sul ponte lungosaline chiuso pochi giorni fa per un’ordinanza del sindaco Delunas.

La forte corrosione della struttura portante del ponte del Lungosaline di Quartu Sant’Elena ha reso necessaria l’interruzione della viabilità, in entrambi i sensi di marcia.

Il perdurare di una così lunga chiusura avrà gravi ripercussioni sulla viabilità quartese e non solo, poiché si congestioneranno le altre due arterie principali di Quartu, quali la viale Marconi e la statale 554, creando intasamenti e ingorghi che già si sono verificati nella giornata di giovedì e determinando maggiori tempi di percorrenza per gli automobilisti. Una situazione complicata soprattutto con l’approssimarsi della stagione estiva e balneare con i disagi che potrebbero moltiplicarsi.  

Comunicato stampa PD Quartu Sant’Elena

A scuola di commercio equo e solidale

Imparare ad essere volontari per un mondo nuovo.

Questa la finalità del corso organizzato dalla Bottega del Mondo che si svolgerà presso la sede in via Einaudi, 26 a Cagliari.

L’età minima per partecipare è di 16 anni e il programma si articolerà in 6 lunedì dalle 20.00 alle 22.00, ognuno caratterizzato da un tema principale

  • 6 maggio: Alle origini dell’ingiustizia;
  • 13 maggio: Un altro commercio è possibile, un altro mondo è possibile;
  • 20 maggio: Un viaggio tra le filiere del cacao in collaborazione con “Altrocioccolato” (Umbria Equosolidale);
  • 27 maggio: Capire e conoscere la Finanza Etica e le sue straordinarie potenzialità, in collaborazione con GIT Sardegna Sud Banca Etica;
  • 10 giugno: Storie di giustizia: l’esperienza di SOS Rosarno;
  • 17 giugno: Viaggio in Palestina: il progetto di cosmesi equa e solidale, ideato dall’azienda sarda Cosmetici Lauro, in collaborazione con progetto Terra di Canaan;
PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018