Silvia Romano è stata liberata

Silvia Romano è stata liberata. La cooperante della onlus marchigiana “Africa Milele” era stata rapita nella notte tra il 20 e il 21 novembre 2018 a Chakama in Kenya dove partecipava ad alcuni progetti di cooperazione internazionale. Alcune agenzie di stampa riportano le sue prime parole: «Sono stata forte e ho resistito. Sto bene e non vedo l’ora di ritornare in Italia»

L’operazione di intelligence è scattata la notte tra venerdì 8 e sabato 9 maggio e ha visto impegnati l’Aise (Agenzia Informazioni per la sicurezza esterna) con la collaborazione dei servizi turchi e somali. La volontaria – secondo quanto si apprende dell’agenzia di stampa – si trova in sicurezza nel compound delle forze internazionali a Mogadiscio in Somalia.

L’agenzia di stampa Adnkronos riporta che, secondo quanto ricostruito dalla Procura di Roma e dai carabinieri del Ros (Raggruppamento operativo speciale), la volontaria è stata tenuta prigioniera in Somalia da un gruppo jihadista “Al-Shabaab”, organizzazione affiliata ad Al Qaeda e considerata un “ostaggio poliico”. I jihadisti – riporta l’agenzia di stampa da fonti somale – ritenevano che facesse proselitismo religioso. « una circostanza che fa della cooperante un ostaggio di particolare valore dal punto di vista della propaganda islamista, complicando un rapimento che si è protratto da oltre un anno e per il quale non è mai stato chiesto un riscatto».

Mattarella: “Grande gioia per tutti gli italiani”

Il tweet del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sulla liberazione di Silvia Romano.

Il 7 febbraio scorso, il Presidente della Repubblica, nel suo discorso in occasione dell’inaugurazione di Padova capitale del volontariato, aveva parlato della cooperante: «Parlando di testimonianza, desidero ribadire qui l’apprensione per le sorti di Silvia Romano, la giovane rapita in Kenya mentre svolgeva la sua opera generosa di solidarietà e di pace. Da Padova-Capitale non può mancare per lei il nostro pensiero, che si unisce al costante impegno delle istituzioni per ottenerne la liberazione»

L’annuncio della liberazione e le reazioni sui social

 L’annuncio della sua liberazione è stato dato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. 

Pochi minuti dopo, è arrivata la conferma da parte del Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio

Felicità anche da parte di Amnesty International Italia e del sindaco di Milano, Beppe Sala e del presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli.

I vicini di casa cantano “Eccoti” per festeggiare la liberazione

Una canzone di Max Pezzali per festeggiare la liberazione. Il giornalista Rai, Paolo Maggioni, racconta con un tweet, la gioia in musica dei vicini di casa di Silvia Romano.

Seguici su:

silvia romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018