• Home
  • Lavoro
  • 21mila imprese, 57mila addetti: Cagliari vista dal dossier di Confartigianato

21mila imprese, 57mila addetti: Cagliari vista dal dossier di Confartigianato

Crescono le attività produttive, gli abitanti e le famiglie, ma diminuiscono le imprese artigiane e il reddito pro capite dei cittadini. È questo il quadro che emerge dal dossier elaborato dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Sardegna sulla situazione del sistema produttivo e della popolazione del capoluogo sardo che si prepara alle elezioni comunali di domenica 16 giugno

Secondo i dati provenienti da di Istat, UnionCamere e Ministero dell’Economia e Finanza degli ultimi dal 2013 al 2018, la città presenta numeri importanti: oltre 2 miliardi di valore aggiunto, più di 21mila imprese, di cui 3mila artigiane, e lavoro per quasi 57mila addetti. Negli ultimi cinque anni sono nate 630 imprese ma sono scomparse 301 attività artiginali. Un tessuto composto in maniera principale dalla micro-piccola impresa con il 99,4% con meno di 50 addetti e che occupano il 72,7% di tutti i lavoratori dipendenti e indipendenti.

Dati. «In tutta Cagliari – si legge nel dossier – ben 14.222 imprese operano nei servizi (il 66,8% di tutte le attività), 2.027 nelle costruzioni (il 9,5%), 1.290 nel manifatturiero (il 6,1%) e il 3.741 in altre tipologie di impresa. Le prime 10 divisioni di attività per maggior numero di imprese totali sono: commercio al dettaglio (escluso quello di autoveicoli e di motocicli) con 4.028 imprese, pari al 18,9% delle 21.280 imprese totali presenti nel comune, Commercio all’ingrosso (escluso quello di autoveicoli e di motocicli) con 1.863 imprese, pari all’8,8% del totale, attività dei servizi di ristorazione con 1.566 imprese, pari al 7,4% del totale, costruzione di edifici con 1.304 imprese, pari al 6,1% del totale, attività immobiliari con 754 imprese, pari al 3,5% del totale, Altre attività di servizi per la persona con 690 imprese, pari al 3,2% del totale, Lavori di costruzione specializzati con 660 imprese, pari al 3,1% del totale, commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli con 536 imprese, pari al 2,5% del totale, attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative con 434 imprese, pari al 2,0% del totale e attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici con 403 imprese, pari all’1,9% del totale»

Up and down. Negli ultimi cinque anni sono cresciute le imprese di ristorazione (+254 unità), dei servizi per la persona (+94), del commercio al dettaglio (+71, escluse quelle di autoveicoli e di motocicli). Crescono anche le attività immobiliari (+66 imprese) e costruzione di edifici (+27 imprese). Restano stazionarie le imprese che si occupano di commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli. Saldo negativo per le imprese di lavori di costruzione specializzati (-17), attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici (-20), attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative (-22) e commercio all’ingrosso (-117 imprese). L’artigianato rappresenta il 13,2% del tessuto produttivo della città con 2.801 imprese nel 2018, 52 in meno rispetto al 2017 e 301 in meno rispetto al 2013.

Al 1 gennaio 2018, i residenti a Cagliari sono 154.106, 4.531 in più rispetto a 5 anni fa (2013). Di questi 8.936, il 5,8% della popolazione totale, sono di nazionalità straniera. La popolazione straniera in 5 anni conta 3.706 unità in più. Le famiglie presenti nel comune sono 76.094, 3.130 in più rispetto a 5 anni fa. Il reddito pro capite dei cagliaritani è passato dai 16.311 euro del 2013 ai 15.852 del 2018, con una perdita di 459 euro.

«Cagliari ha tante tipologie d’impresa e tutte, indifferentemente, contribuiscono ad accrescere il grado di benessere dei cittadini e del territorio – commentano in una nota Luca Murgianu e Pietro Paolo Spada, rispettivamente Presidente e Segretario di Confartigianato Sud Sardegna – in quasi tutti i casi lo sviluppo e il successo delle attività imprenditoriali sono condizionate dall’atteggiamento e l’attenzione delle Amministrazioni Locali»

«Un ambiente favorevole alla nascita di nuove imprese – continuano Murgianu e Spada – ha molto a che fare con l’organizzazione che l’Amministrazione ritiene e sceglie di darsi per rispondere a tutte le esigenze che -prevedibilmente – porta con sé la nascita e lo sviluppo di nuove attività economiche”. “Chi assiste ai dibattiti tra politici in cui si tratta di economia e di imprese – sottolineano Presidente e Segretario – ha l’impressione che a Cagliari esistano solo le imprese turistiche e quelle complementari a questo settore. Il comparto del turismo è molto importante e ben e si fa a lavorare a un suo consolidamento”. “Tuttavia – proseguono i rappresentanti dell’Associazione Artigiana– in città convivono anche tante categorie imprenditoriali altrettanto importanti che necessitano di grande attenzione da parte del decisore pubblico»

«Sarebbe interessante capire come la prossima Amministrazione – si chiedono Murgianu e Spada – intenda agire per facilitare ai cittadini proprietari di immobili e, di conseguenza, alle imprese di questo comparto la piena realizzazione delle potenzialità derivanti da un sano sviluppo del settore» «Peraltro, in questo momento, accanto agli incentivi fiscali resi disponibili da una legislazione nazionale particolarmente favorevole – concludono il Presidente e il Segretario di Confartigianato Sud Sardegna – attendiamo che la Regione vari finalmente i provvedimenti, elaborati nella scorsa legislatura da una commissione speciale a composizione politica trasversale, che dovrebbero mettere a disposizione dei cittadini sardi 25 milioni di euro per ulteriori contributi, cumulabili con quelli nazionali, a valere su lavori di intervento sul patrimonio immobiliare privato»

Seguici su:
error

Confartigianato, Confartigianato sardegna, famiglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018