Commercio ambulante: Quartu terzo comune d’Italia

Dal mercatino rionale del mercoledì in via della Musica passando per le bancarelle in Piazza Mercato, nelle altre zone della città e centri dell’hinterland. Quartu Sant’Elena è il terzo comune in Italia per commercio ambulante con il 49,2% delle imprese cittadine (pari a 588 attività).  Lo rivelano i dati di Unioncamere-InfoCamere sulla base del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio.

In Italia, il commercio ambulante è costituto da 183mila operatori pari al 22%  delle imprese commerciali. Il 95% di queste imprese, pari a 175mila, è costituita da micro-imprese individuali. Solo 37 comuni italiani su 6.500 possono contare su almeno 500 attività economica ambulante. In testa alla speciale graduatoria c’è Castel Volturno (Caserta) con il 66,5% sul totale delle imprese (853), al secondo posto San Giuseppe Vesuviano (Napoli) con il 58,5%. Tra i primi dieci comuni in Italia ci sono Olbia con 592 ambulanti (40,3% dei commercianti totali) e Cagliari con 1.492 imprese ambulanti (37,2%).  Nell’ambito regionale, la Sardegna è al secondo postocome peso percentuale –  tra le regioni con imprese ambulanti con il 25,3%, preceduta dalla Calabria (27,4%) e seguita dalla Toscana (25,0%). Con i numeri reali, al primo posto c’è la Campania con 29.283 imprese seguita dalla Lombardia 21.231 e Sicilia 19.025.

Tra i settori dell’ambulantato, la percentuale più alta è quella del settore tessuti, articoli per la casa e di abbigliamento con il 26,6% che arriva fino al 38% con prodotti tessili, calzatura e pelletteria. Al secondo posto la categoria “altri prodotti” con fiori, cosmetici, detersivi e chincaglieria (37,3%). Al terzo posto, alimenti e bevande con il 16,5%.

Tra le nazionalità, il 43% dei commercianti ambulanti è italiano con 75.887 titolati su 147.656 imprese individuali. Tra i commercianti stranieri, il primo posto spetta ai venditori dal Marocco 36.387, Senegal 14.369, Bangladesh 14.042, Pakistan 7.137 e Nigeria 5.596 per citare i primi cinque paesi. La percentuale più altra tra i venditori ambulanti quartesi è quella di lavoratori provenienti dal Senagal con il 55,4% (326), a Olbia dal Pakistan 38,5% (199) mentre anche a Cagliari, il numero più alto è quello costituito dagli ambulanti del Senegal 43,4% (648). La provincia di Cagliari è al quintultimo posto tra le province con le imprese individuali con titolare italiano 25,2% (3.462).

Seguici su:
error

mercatino viale della musica, quartu, quartu viale della musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018