Il primo anno di Profilo Sociale

di Andrea Matta
Direttore “Profilo Sociale”

5 numeri, 59 articoli, oltre 30 firme e un numero di lettori che cresce giorno dopo giorno. Sono questi i numeri di “Profilo Sociale”, la rivista edita da STARTER che festeggia oggi il suo primo anno di vita.

Dopo 365 giorni possiamo fare un primo bilancio sul nostro lavoro. Nel primo editoriale abbiamo detto che il nostro obiettivo sarebbe stato quello di “informare, interessare e incuriosire. Ora, possiamo dire che lo stiamo facendo senza rincorrere la notizia di cronaca o il pettegolezzo ma cercando di mettere al centro del nostro progetto le persone, raccontando le storie di chi si mette in gioco in prima persona.  

Abbiamo raccontato com’è cambiata la nostra realtà durante tutto l’anno. Abbiamo parlato di ambiente con l’opera di tanti volontari pronti a pulire e liberare la città dai rifiuti. Ci siamo concentrati sull’innovazione e sulla sostenibilità, sui progetti contro la dispersione scolastica, sul lavoro con la vertenza dei pastori e quella dei lavoratori del verde pubblico a Quartu. Non ci siamo dimenticati della cultura e dei fumetti con l’intervista al disegnatore Jean Claudio Vinci: un sardo alla Disney Pixar.

Oltre al sociale abbiamo seguito con attenzione le elezioni regionali dello scorso febbraio. Tredici ore di diretta sul sito, migliaia di contatti in video sulla nostra pagina e in radio su RSE Radio Sant’Elena, Radio Golfo degli Angeli e Radio Kalaritana. Una giornata che resta il nostro fiore all’occhiello per il lavoro portato avanti da tutta la squadra con la gentilezza e professionalità. Abbiamo dedicato un ampio spazio anche alle elezioni europee e alle amministrative che si sono concluse con i due ballottaggi di ieri.

Nei cinque numeri della rivista abbiamo approfondito i tanti temi della nostra isola. Abbiamo raccontato l’informazione in Sardegna, dato un senso ai freddi numeri statistici e voce ai progetti giornalisti scolastici, alle startup, alle idee positive. Al lavoro come riscatto sociale con i progetti della Locanda dei Buoni e dei cattivi e di un lavoro accessibile con Andrea Ferrero, e le storie di chi ha scelto di lasciare la Sardegna per cercare fortuna.  Poi abbiamo descritto la grande sfida dell’educazione vista come crescita, come trasmissione di valori positivi e di rispetto per l’altro. L’abbiamo fatto con le interviste all’ex assessore regionale all’Istruzione, Giuseppe Dessena, con i progetti dell’associazione Genitori Adottivi, del College Sant’Efisio. Di chi insegna in ospedale e chi combatte la povertà educativa, chi educa attraverso lo sport come strumento di inclusione sociale e di chi ospita gli studenti stranieri in Sardegna. Chi educa con l’arte e la comicità e chi con il rispetto dell’ambiente.

Il nostro percorso è proseguito sulle orme dell’impegno sociale: singoli e associazioni che giorno dopo giorno si sporcano le mani e cercano di migliorare il mondo. Da Francesco Abate – giornalista e scrittore che avevamo incontrato ad agosto del 2018 per la presentazione del suo libro “Torpedone Trapiantati” al Poetto di Quartu grazie al nostro editore STARTER e al chiosco “Controvento” – a Don Ciotti, passando per le associazioni attive sul territorio in temi come la politica, la solidarietà, la donazione e anche le due ruote che aiutano il prossimo in giro per il mondo come “Mototaccuino”. L’ecosostenibilità dei centri dell’isola e chi aiuta gli ultimi a Quartu, senza dimenticare il teatro e la politica.

Il numero di aprile – presentato con una serata all’Hostel Sardinia – l’abbiamo dedicato alle donne con “Non metà, tutto il cielo”. Donne che fanno impresa come Alessandra Argiolas, donne in politica e che lottano contro la disparità di genere nel mondo del lavoro come Rita Cannas o che raccontano l’essere femminista oggi come Claudia Sarritzu. Donne che scendono in piazza per l’8 marzo (evento seguito sia a Cagliari che da Milano). Donne che si dedicano agli altri come le associazioni ABOS, Domus De Luna, Associazione Peter Pan. Donne nelle musica, nel teatro, nello sport praticato per passione e come rinascita (Karalis Pink Team Onlus) e per migliorare i propri risultati sulla pista come Dalia Kaddari.

Nelle ultime settimane abbiamo deciso di parlare di Quartu, la città nella quale nasce il progetto di “Profilo Sociale”. Ci siamo resi conto che la terza città della Sardegna può essere raccontata a 360 gradi: dalle associazioni agli eventi passando per la politica con ciò che accade in consiglio comunale.

I numeri sono positivi. I social di “Profilo Sociale” ci mostrano che il progetto piace e che tante persone seguono i nostri canali Facebook e Instagram e si aggiornano quotidianamente il nostro sito.

Ora che si fa? Profilo Sociale va avanti: tutti i giorni sul nostro portale profilosociale.it e sui social in attesa del nuovo numero della rivista, online nel mese di settembre, dedicato proprio alla città di Quartu e ai nuovi progetti come “My Open Sardinia“.

Continueremo a raccontare la realtà che ci circonda e a fare rete con le tante associazioni e i singoli che hanno e avranno voglia di parlare di belle notizie, di chi fa qualcosa di buono per il prossimo.

Sappiamo di essere una piccola realtà ma grazie al vostro supporto possiamo crescere. Dobbiamo crescere.

Grazie al nostro editore STARTER e al suo presidente Nicola Cabras per il confronto e per la fiducia confermata dopo il primo anno di questa nuova avventura. Grazie ad Alessandro Atzeni, anima e braccia dei social della rivista e a Davide Toro che sa rendere la rivista un ottimo e apprezzato prodotto giornalistico.

Grazie a chi ha scritto per noi nel primo anno della nostra rivista: Vito Biolchini, Giulia Giornaliste Sardegna, Donna Fernanda, Maria Bernardetta Cabras, Claudia Sarritzu, Elisabetta Boeddu, Ignazio Boi, Antonio Pantoli, Davide Atzori, Pier Paolo Cavagna, Alessandra Calamida, Giudo Garau, Andrea Serra, Alessia Gilardo, ACBS, Evelina Chiocca, Daniele Altieri, Massimo Melis, Roberto Comparetti, Caterina Perra, Francesca Pani, Mauro Mou, Maria Luisa Secchi, Rita Cannas, Paola Cireddu, Elisa Benedetta Marioni, Martina Staffa, Ezia Caredda, Alessandro Piludu.

Profilo Sociale, continua.

Seguici su:
error

profilo sociale, starter

Comment

  • Complimenti ad Andrea e a tutta la redazione per l’impegno in questo ardito progetto editoriale che definirei: moderno, dinamico, attuale e centrato sul territorio.
    Lo sforzo è indubbiamente notevole, ma l’augurio è di continuare and andare avanti perché il vostro approfondimento è un cameo che non può fare altro che arricchire la cultura e la consapevolezza del “Profilo Sociale” di ogni vostro lettore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PS logo inverted


Profilo Sociale - Periodico Online - Registrazione Tribunale di Cagliari n.4 del 26 aprile 2018